Tutti al banco digitale: gli over 65 alla conquista di Internet

Indietro

Tutti al banco digitale: gli over 65 alla conquista di Internet

“Anche io uso internet" è un progetto di cittadinanza digitale promosso da Estra e rivolto ai cittadini che hanno compiuto 65 anni. E' nato con l'obiettivo di ridurre il cosiddetto "digital divide" e mettere tutti nelle condizioni di utilizzare le nuove tecnologie per la comunicazione. "Anche io uso internet" fornisce le nozioni basilari per utilizzare strumenti digitali, navigare su internet, dialogare con i social, utilizzare Skype. Realizzato in collaborazione con Auser, TiForma, PIN, Università di Siena e con il patrocinio del Comune di Prato, il progetto è alla seconda edizione.

“Anche io uso internet" è stato riconosciuto da Utilitalia fra le migliori buone pratiche delle multiutility italiane del settore dell’energia: è stato selezionato tra 274 progetti proposti da 134 aziende.

“In una società che corre sempre più veloce è necessario consentire pari opportunità di accesso alle informazioni e alla comunicazione – commenta Paolo Abati direttore generale di Estra – per questo abbiamo scelto di continuare a investire in questo progetto che consente anche a chi ha compiuto i 65 anni di utilizzare  le nuove tecnologie. Saper usare internet o accedere ai  social network non sono solo occasioni di comunicazione con l’esterno ma possono rappresentare, per esempio, strumenti utili per accedere a servizi pubblici. Con Estracom tra l’altro ci impegnamo da anni  per fornire la struttura tecnologica che permette di utilizzare al meglio internet”.

 “Anche io uso internet”, dopo la tappa aretina e senese, si svolgerà a Prato dal 7 al 28 marzo presso il Pin il polo universitario Città di Prato. Il programma didattico prevede 7 incontri di 3 ore ciascuno (sempre in orario 14.30-17.30). Vari gli argomenti trattati: introduzione al mondo digitale, tecnologie a confronto – tenuta dagli stessi tecnici di Estracom la società del Gruppo che si occupa di telecomunicazioni - utilizzo di internet, impiego della posta elettronica, i social network, l’utilizzo di Skype per la comunicazione, l’accesso a informazioni e servizi. Tutto questo con un approccio pratico, grazie agli strumenti informatici messi a disposizione.
Una particolarità di questa edizione è la collaborazione degli studenti laureandi del Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università di Siena che saranno coinvolti in qualità di tutor.

“Prato è la città Toscana con il più alto numero di abitanti oltre 65 anni. aggiunge Antonio Potenza di Auser Prato – e il circolo Culturale Anna Fondi,  Auser  territoriale di Prato,  è da tempo impegnata a far crescere ai propri associati attraverso la conoscenza e appropriazione dei saperi. Per questo  si è impegnata con le istituzioni e   altre associazioni, e collabora inoltre  con Estra da due anni con questo progetto per dare una risposta su misura alle esigenze di conoscenza delle nuove tecnologie, di essere padroni dei nuovi strumenti informatici”.

“Il corso progettato insieme ad Estra –  spiega Mirko Neri amministratore delegato di Ti Forma srl - intende fornire strumenti immediati alle persone che vogliono usare internet, per questo motivo la metodologia formativa è fortemente interattiva e le lezioni sono organizzate con un mix bilanciato di teoria e pratica. In questo modo speriamo di dare un contributo concreto al raggiungimento dell'obiettivo di inclusione sociale che si pone il progetto.

"Ci fa molto piacere patrocinare  l’iniziativa sostenuta da Estra, perché consideriamo l’accesso alle nuove tecnologie un diritto fondamentale di cittadinanza. – sottolinea Benedetta Squittieri assessore all’innovazione e agenda digitale del Comune di Prato – In questi anni abbiamo lavorato moltissimo per moltiplicare i servizi di egov, per dare cioè la possibilità ai cittadini di accedere ai servizi del comune con un semplice click e superando le vecchie file allo sportello e abbiamo investito molto  per garantire parità di accesso alle imprese, ai cittadini e alle nostre scuole ad infrastrutture di connettività digitale adeguate ai bisogni di una città come la nostra. Iniziative che vanno nella direzione di superare il digital divide dal punto di vista delle competenze dei cittadini sono a supporto del lavoro che stiamo facendo. Per questo ringraziamo Estra, a Auser e TI Forma che attraverso questa iniziativa portano un valore aggiunto alla città".