Tiemme e Atm donano 10 computer alla scuola “Andrea Guardi” di Piombino

Indietro

Tiemme e Atm donano 10 computer alla scuola “Andrea Guardi” di Piombino

Promessa mantenuta: Tiemme e Atm hanno fatto la loro parte, acquistando 10 notebook per donarli a favore della scuola “Andrea Guardi” di Piombino che aveva subito un pesante furto di materiale didattico ed informatico lo scorso mese di novembre.

Il 19 dicembre, il vice Presidente di Tiemme Spa e amministratore unico di Atm Spa, Marco Macchioni, assieme al Sindaco di Piombino, Massimo Giuliani, hanno consegnato nelle mani dei Presidi dell’Istituto, Clelia Bertini e Maurizio Grassi, il materiale informatico che consentirà ai ragazzi dell’Istituto di riprendere a pieno regime le attività di studio, utilizzando i portatili di servizio che erano stati sottratti dall’Istituto che ha sede in piazza Dante.

“Ci siamo presi fin da subito l’impegno di contribuire, sia come Atm Spa che come Tiemme Spa, a ricomprare computer e materiale didattico a favore della scuola danneggiata dal furto – spiega il vice Presidente di Tiemme Spa e amministratore unico di Atm Spa Marco Macchioni -. La consegna di oggi conferma l’impegno che le nostre aziende hanno sul territorio, non solo in termini di servizi pubblici ma anche sul piano sociale. Il mezzo pubblico è a tutti gli effetti un elemento formativo per i nostri ragazzi che ogni giorno lo utilizzano per andare a scuola, tessono amicizie a bordo ed imparano a vivere in una collettività, basata su diritti e doveri. Purtroppo lo spiacevole episodio del furto ha danneggiato il loro lavoro e trasmesso un brutto segnale, perché è avvenuto proprio all’interno di una scuola dove certi valori si insegnano. Con questa prima tranche di materiale informativo che ci siamo impegnati ad acquistare crediamo di poter consentire di riprendere la normale attività didattica e mettere alle spalle un brutto ricordo. L’occasione è gradita, dato il periodo dell’anno, anche per fare i migliori auguri di buone Feste a tutti i ragazzi, a tutti gli insegnanti e alle relative famiglie”.