Sicurezza ferroviaria, prosegue l’impegno del Gruppo Lfi

Indietro

Sicurezza ferroviaria, prosegue l’impegno del Gruppo Lfi

Prosegue l’impegno del Gruppo Lfi Spa a favore dell’introduzione del nuovo sistema ERTMS sulle tratte ferroviarie di propria competenza sul territorio della provincia di Arezzo.

Si tratta di un moderno sistema di controllo e gestione continuativa del traffico, simile a quello che è vigente nelle tratte ferroviarie ad alta velocità.

Lo sviluppo del nuovo sistema, che contribuirà ad incrementare ulteriormente la sicurezza ferroviaria, è portato avanti da Lfi Spa in collaborazione con la Regione Toscana.

“Le risorse che abbiamo stanziato per l’ERTMS – spiega il Presidente del Gruppo Lfi Spa, Maurizio Seri – sono destinate a concretizzare un progetto strategicamente molto valido e molto importante sul piano della sicurezza ferroviaria. Viste alcune dichiarazioni desidero precisare che questo nuovo sistema sarà obbligatorio entro il 2023 e che, sul piano dei costi di gestione, prevederà a regime minori oneri manutentivi rispetto a quanto preveda il sistema SCMT. Il finanziamento da 15 milioni di euro che abbiamo attivato, grazie al fondamentale sostegno della Regione Toscana, ci consentirà di conseguire un risultato importante. Oltre che dal punto di vista dei passeggeri, questo progetto ha rilevanze di impatto anche sul piano dell’indotto, di cui potrà beneficiare tutto il nostro territorio di riferimento. Abbiamo contatti in essere con realtà ingegneristiche nazionali ed internazionali interessate a vedere da vicino il caso della Ferroviaria”.