Ri-conoscere l’Ambiente, presentato il programma dell’evento di Sienambiente

Indietro

Ri-conoscere l’Ambiente, presentato il programma dell’evento di Sienambiente

È stato presentato, questa mattina, in conferenza stampa nella Casa dell’Ambiente il programma di Ri-conoscere l’ambiente, la manifestazione dedicata alla sostenibilità ambientale, al riciclo e alle buone pratiche promossa da Sienambiente. Nella 6 giorni che prenderà il via domani e durerà fino al 6 ottobre, sono previsti 25 eventi diffusi, concerti, street art, incontri e appuntamenti per grandi e piccini. La location principale sarà la Casa dell’Ambiente ma per la prima volta, nell’edizione 2019, la rassegna uscirà fuori dai confini della sede di Sienambiente. Principale novità della nuova edizione sono infatti le tante location e la varietà degli ospiti che tratteranno i temi ambientali da diversi punti di vista. Questa mattina è stato lanciato anche il progetto di educazione ambientale, “Ri-conoscere l’ambiente Ragazzi” realizzato in collaborazione con Legambiente Siena e pensato per gli studenti delle scuole medie e primarie. Fino ad oggi, gli alunni delle scuole della Provincia di Siena che parteciperanno alle varie iniziative sono oltre 600.

“La crescente sensibilità ambientale testimoniata anche dalle recenti manifestazioni giovanili ci ha spinti a potenziare e arricchire una manifestazione che si rivolge direttamene ai cittadini – ha spiegato Alessandro Fabbrini, presidente di Sienambiente – I  cambiamenti climatici, le risorse naturali da tutelare, l’esigenza di pensare a un altro modello economico sono ormai temi cari a tutti coloro che hanno interesse a contribuire in modo costruttivo alle sfide ambientali che ci attendono. Sienambiente fa ogni giorno la propria parte gestendo tutti i rifiuti prodotti nella provincia di Siena, ma questo non basta. Ecco perché abbiamo deciso di mettere a disposizione dei cittadini questo evento e molte altre iniziative che nel corso dell’anno abbiamo intenzione di realizzare ai fini dell’educazione ambientale, come Ri-conoscere l’ambiente Ragazzi, il progetto rivolto alle scuole”.

Il primo appuntamento in programma è con la street art dell’artista Martoz: domani, a Poggibonsi, verranno inaugurati due murales gemelli, uno in Largo Gramsci e uno al termovalorizzatore di Foci, che hanno per tema l’economia circolare. Proseguendo nel cartellone, mercoledì si torna a Siena dove prenderà corpo il racconto fatto ai bambini e agli studenti dell’impianto delle Cortine e delle visite teatralizzate. Sempre in ambito di economia circolare, mercoledì, lo scienziato Stefano Mancuso si confronterà su queste tematiche con il Rettore Francesco Frati, l’economista Angelo Riccaboni e l’antropologo Fabio Mugnaini, coordinati dal prof. Tarcisio Lancioni, docente di semiotica.

Un argomento affrontato in varie iniziative sarà quello della plastica, tra criticità e potenzialità connesse al riciclo rese possibili dagli impianti di Sienambiente. L’inaugurazione delle installazioni Eco-cavallo e il Mangiaplastica dell’artista Alessandro Grazi, sarà il punto di partenza per una riflessione sull’uso e l’abuso di questo prezioso materiale.

Conclude la manifestazione la giornata di domenica (6 ottobre) dedicata allo sport, alle famiglie e ai più piccini. Oltre ai consueti laboratori didattici, andrà in scena una “particolare” sfilata con indumenti vintage, nel segno delle buone pratiche di riutilizzo per limitare gli sprechi e lo spettacolo per bambini “Magicamente plastica”, a cura di Corepla.

Chi vuole saperne di più può consultare il programma sul sito www.riconoscerelambiente.it o cliccare “mi piace” sulla pagina Facebook di Sienambiente dove si può seguire una campagna di sensibilizzazione della raccolta differenziata.

Sienambiente ricorda che tutti gli eventi, tra i quali lo spettacolo dei Deproducers al Teatro dei Rinnovati del 5 ottobre, sono gratuiti. Durante la serata e nei giorni precedenti,  Sienambiente sostiene l'Associazione Autismo Siena-Piccolo Principe, una collaborazione volta alla sensibilizzazione, informazione e raccolta fondi in favore delle famiglie con figli affetti da autismo.