Open Sienambiente, oltre 2500 partecipanti

Indietro

Open Sienambiente, oltre 2500 partecipanti

Grande partecipazione di pubblico nella quattro giorni di Sienambiente dedicata alla sostenibilità ambientale declinata in molte sue espressioni e attività, dai prodotti alimentari di filiera corta, ai giochi con materiali riciclati, ai laboratori con il compost “Terra di Siena”, senza dimenticare lo sport e la cultura. Una rassegna che ha riscosso un grande interesse, sia nel mondo scolastico che tra i cittadini, e che oltre al settore dell’associazionismo e del volontariato cittadino, ha visto il coinvolgimento dell’Università di Siena, dell’Ordine dei giornalisti della Toscana, della Regione Toscana e del Dipartimento di Ingegneria Industriale dell'Università degli Studi di Firenze. La manifestazione conferma una formula basata su una proposta culturale diversificata e adatta per un pubblico eterogeneo che quest’anno è stato di oltre 2.500 persone.

Il progetto dell’Open non termina qui però. Lo spiega il presidente di Sienambiente Alessandro Fabbrini. «Abbiamo creduto fortemente nelle attività in programma e voglio ringraziare tutti i cittadini le associazioni del territorio e mondo del volontariato che hanno partecipato ai nostri Open day, un evento che si conferma un punto di riferimento per affrontare, discutere e conoscere meglio le tematiche legate al riciclo e all’ambiente  – ha dichiarato Fabbrini – Per alcune di queste iniziative è stato avviato un percorso culturale strutturato e con degli obiettivi definiti, come quello dedicato agli studenti dell’Istituto Sarrochi ai cui quali è stato affidato, in collaborazione con la Regione Toscana e l’Università di Firenze, uno studio sul progetto Life Re-Mida e sulle emissioni climalteranti. Si tratta di un cammino stimolante per i ragazzi e un modo per sensibilizzare i più giovani sulle tematiche ambientali. Un ringraziamento particolare a Claudio Passiatore ed a tutto il personale di Sienambiente che hanno ideato ed organizzato l’iniziativa».

Nella quattro giorni, grande partecipazione per ogni appuntamento a partire da giovedì, nella giornata inaugurale, con oltre 100 studenti delle scuole medie Mattioli e l’autore di libri per ragazzi Daniele Aristarco per poi proseguire, venerdì, con l’approfondimento e la formazione dedicata alla formazione dei giornalisti (oltre 30 iscritti) sui dati sulla raccolta differenziata in Toscana, le fake news ambientali sui social network e l’utilizzo delle nuove tecnologie web nel campo dell’informazione.

Complice la bella giornata di sole, il massimo concentramento di pubblico c’è stato domenica, a partire dal Siena Eco run, la gara podistica competitiva che nella seconda edizione ha visto la 180 runners provenienti da tutta la Toscana, e non solo, sfidarsi tra le vie del centro storico. In molti, sono arrivati anche da da fuori Regione per godere delle bellezze della città facendo sport. Ma non c’è stato solo l’agonismo, perché Siena si conferma come un popolo di “camminitori” con le tante adesioni alla passeggiata realizzata in collaborazione con il Centro Guide Siena. Ottimo anche il coinvolgimento per la novità 2018: il “plogging”, l’ultima moda tra fitness e ambiente, organizzata dal Comitato Ravacciano e dal Gruppo Sportivo Alberino 1949. Buona riuscita anche per i laboratori di cucina con prodotti e farine locali e per Legambiente che ha spiegato, a grandi e piccini, a utilizzare il compost “Terra di Siena” prodotto negli impianti di Sienambiente.

Infine, come già avvenuto nelle precedenti edizioni, anche nel 2018 l’Open day conferma la sensibilità nei confronti dei temi dell’integrazione e più in generale delle tematiche sociali. Grande è stata l’emozione per le tante famiglie e spettatori per Hollywood!, il laboratorio teatrale integrato arrivato nell’Auditorium della Casa dell’Ambiente con la perfomance “Alici nel paese delle meraviglie”. Durante l’evento, è stata realizzata una raccolta fondi donazione a favore delle Bollicine che utilizzerà le somme per arricchire e potenziare servizi e strutture dell’associazione.