Farmaci, per ritirarli basta un codice, la ricetta si stampa direttamente in farmacia

Indietro

Farmaci, per ritirarli basta un codice, la ricetta si stampa direttamente in farmacia

La Toscana si attrezza per far fronte ancora di più all’emergenza Coronavirus. La copia cartacea della ricetta dematerializzata - ovviamente e come sempre su prescrizione del medico - si potrà d’ora in poi stampare direttamente in farmacia. Perciò i cittadini della Toscana non devono più recarsi nello studio del proprio medico di medicina generale per ritirarla in formato cartaceo.

Saranno sufficienti il Numero di ricetta elettronica (NRE) comunicato dal proprio medico tramite messaggio Sms sul telefono dell’assistito e la Tessera sanitaria. Le farmacie toscane si fanno così carico di un passaggio burocratico, per contribuire a ridurre al minimo le occasioni di contatto tra pazienti e per evitare che si creino lunghe code negli ambulatori, purtroppo più affollati del solito in questi giorni, nonostante l’invito della Regione sia quello di non recarsi dal proprio medico di famiglia se non per reale necessità.

"Il Sistema Sanitario Regionale – dichiara  l'assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi – sta facendo quadrato in questi giorni per far fronte alla diffusione del Covid-19, e la farmacia sta come sempre giocando un ruolo fondamentale. Grazie per la collaborazione ai medici di medicina generale, gli unici a poter compilare la ricetta dematerializzata per ciascun singolo paziente e comunicare il relativo Numero di ricetta elettronica. Ci auguriamo così di semplificare l’iter per i pazienti, e di contribuire a ridurre l’affollamento degli ambulatori dei nostri medici di famiglia”.

Alessio Poli, Presidente del Coordinamento delle Farmacie Comunali associate a Confservizi Cispel Toscana (circa 40 farmacie associate per un totale di 1.600 addetti ai lavori), commenta così la decisione della Regione Toscana: “Un grande sforzo che è stato possibile grazie al lavoro di questi anni e che ha permesso di rispondere, con rapidità ed efficacia, alle nuove sfide poste dal contagio da Covid 19. Una soluzione all’avanguardia messa a disposizione della Regione Toscana che consente di semplificare la vita ai medici ed ai cittadini. Un ulteriore step per la dematerializzazione completa della ricetta elettronica. Un ringraziamento particolare va a tutti funzionari e le organizzazioni che hanno creduto nella possibilità di sviluppare questo nuovo e importantissimo servizio così strategico in un momento, come questo, di grande difficoltà. Come sempre le Farmacie Comunali toscane daranno il massimo per rendere attuabile nei tempi più rapidi possibili, su tutto il territorio, questo importante servizio”.