Cinque nuovi bus extraurbani per rinnovare la flotta di Grosseto di Tiemme

Indietro

Cinque nuovi bus extraurbani per rinnovare la flotta di Grosseto di Tiemme

Prosegue il percorso di rinnovamento degli autobus extraurbani di Tiemme. Oggi, venerdì 9 marzo, a Grosseto la presentazione di altri 5 nuovi bus di ultima generazione di un lotto che complessivamente porterà ad introdurre 35 mezzi nelle prossime settimane.

Rinnovare la flotta autobus extraurbana è uno dei principali obiettivi del 2018 di Tiemme ed avviene nell’ambito della nuova gestione dei servizi di trasporto pubblico regionale che, in seguito alla firma del “contratto ponte” con la Regione Toscana in vigore fino al 31 dicembre 2019, ha sancito la nascita di One Scarl quale nuovo gestore unico che raccoglie gli attuali 14 gestori del trasporto pubblico su gomma in Toscana, fra cui appunto Tiemme Spa per i bacini di competenza (Arezzo, Grosseto, Siena e Piombino).

I 5 nuovi bus extraurbani saranno utilizzati, a seconda delle esigenze di servizio, sulle principali tratte extraurbane del bacino grossetano di Tiemme.

Il taglio del nastro dei nuovi bus si è svolto in piazza Dante a Grosseto, in presenza dell’assessore del Presidente di Tiemme Massimiliano Dindalini, del consigliere di amministrazione di Tiemme Guido Delmirani e del Sindaco nonché presidente della Provincia di Grosseto, Antonfrancesco Vivarelli Colonna.

“Rinnovare il nostro parco mezzi impiegato sulle tratte extraurbane è la nostra priorità – spiega Massimiliano Dindalini, Presidente di Tiemme -. Trentacinque nuovi bus ci consentiranno di abbassare l’età media della nostra flotta, oggi troppo alta e necessaria di restyling. Da inizio anno siamo arrivati a presentare 16 nuovi bus nelle varie nostre sedi operative, ma si tratta di un percorso che non finisce qua e che ci vedrà costantemente all’opera per mettere a disposizione della nostra utenza autobus dotati dei migliori e più recenti comfort di viaggio, perché tecnologia e sicurezza sono parole chiave dei trasporti quotidiani”.

“Il nostro impegno punta ad abbattere l'età media del nostro parco mezzi extraurbano – aggiunge Piero Sassoli, Direttore Generale di Tiemme Spa -, sappiamo che il percorso è lungo ma desidero ricordare che dal 2010, quando Tiemme è nata, ci abbiamo acquistato complessivamente 308 autobus, di cui 268 destinati al Tpl e 40 ai servizi scolastici e al noleggio. In autofinanziamento abbiamo investito oltre 28 milioni di euro a fronte di un importo complessivo di oltre 41 milioni di euro di risorse. Abbiamo investito anche quando le stagioni erano peggiori, continueremo a maggior ragione a farlo ora che il trasporto pubblico sta tornando al centro delle politiche di investimento nazionale e regionale perché la concorrenza sulla mobilità è sempre più diffusa ed è nostro obiettivo essere all’altezza della situazione”.

“La scelta di investire per il rinnovamento della flotta extraurbana certifica la nostra attenzione al servizio – sottolinea Guido Delmirani, consigliere di amministrazione di Tiemme Spa -, di cui puntiamo a migliorare sempre di più l’offerta complessiva del trasporto pubblico, non solo tra il capoluogo e la provincia, ma anche all’interno della città. Siamo al lavoro per offrire, in modo efficiente e semplice, la possibilità di muoversi agli abitanti di Grosseto ed anche a chi viene in città da fuori. Intanto i nuovi bus vanno a rispondere alle esigenze sul territorio provinciale, dove ogni giorno si muovono studenti e pendolari”.

"L’entrata in servizio di questi nuovi bus extraurbani di Tiemme – afferma l'assessore ai Trasporti della Regione Toscana, Vincenzo Ceccarelli - confermano gli effetti positivi del “contratto-ponte” con gli attuali gestori del trasporto su gomma. Come ho detto più volte il rinnovamento del parco mezzi è certamente uno dei risultati più importanti, obiettivo per il quale anche Tiemme è fortemente impegnata. Nuovi bus significano, infatti, più comfort per gli utenti, una mobilità più sicura e orientata alla sostenibilità".

“Ogni azione che va verso lo sviluppo tecnologico in tema di mobilità non può che essere salutata con soddisfazione – commenta Antonfrancesco Vivarelli Colonna, sindaco di Grosseto -. La mia Amministrazione apprezza lo sforzo compiuto per la sottoscrizione del contratto ponte e sarà al fianco della presidenza Tiemme in ogni scelta che migliori il sevizio senza gravare in maniera sproporzionata sul costo all’utenza. Nella nostra provincia, così estesa e scarsamente popolata, la mobilità pubblica rappresenta un baluardo a garanzia delle categorie più deboli: difenderemo sempre servizi così strategici per la nostra comunità”.

Caratteristiche nuovi bus

I 5 bus presentati oggi sono a marchio Iveco, modello CrossWay Pro, da 12 metri di lunghezza. I bus sono di ultima generazione, con motorizzazione Euro 6 e con le migliori dotazioni di bordo quanto a tecnologie, standard di sicurezza e comfort di viaggio, compresa la rete wi-fi gratuita che consentirà alla clientela di utilizzare i propri dispositivi in mobilità. Dotati di doppia porta centrale, i bus prevedono la postazione per il trasporto di passeggero diversamente abile nonché il sollevatore per la movimentazione da terra a bordo; previsti anche 4 posti identificati per passeggeri con ridotta capacità motoria. In totale i posti a sedere sono 49+2, in base all’utilizzo o meno della zona disabile. L’impianto di riscaldamento e di aria condizionata è indipendente per passeggeri ed autista. I bus sono dotati videosorveglianza interna, sistema Avm che consente la geolocalizzazione del mezzo, annuncio vocale della fermata sia interno che esterno, pannello esterno di più grandi dimensioni per indicazione del percorso e sistema di conteggio dei passeggeri, utile per monitorare i livello di servizio erogati. Infine, a bordo sono presenti maniglioni di sostegno lungo tutto il corridoio.