Campagna “OssigeniAmo”: controllo gratuito dell’ossigenazione del sangue presso le 200 Farmacie Comunali associate a Confservizi Cispel Toscana

Indietro

Campagna “OssigeniAmo”: controllo gratuito dell’ossigenazione del sangue presso le 200 Farmacie Comunali associate a Confservizi Cispel Toscana

“OssigeniAmo” è il nome della campagna di prevenzione, lanciata dalle oltre 200 Farmacie Comunali associate a Confservizi Cispel Toscana, per sensibilizzare i cittadini a monitorare l’ossigenazione del sangue. Una pratica preventiva soprattutto per coloro che necessitano di un controllo continuativo del livello di ossigeno del sangue in quanto già sofferenti di patologie respiratorie come la BPCO, che li espone allo sviluppo di ulteriori complicanze in caso di contagio da virus Covid.

A partire dai prossimi giorni, le Farmacie Comunali toscane metteranno a disposizione non solo i propri farmacisti, ma anche la possibilità di un controllo gratuito della saturazione del sangue a tutti i cittadini che ne faranno richiesta per i mesi di gennaio e febbraio. L’obiettivo finale di “OssigeniAmo” sarà poi quello di consolidare in via continuativa il servizio, al pari di tutte le altre attività di autoanalisi effettuate dalla farmacia. La misurazione verrà effettuata nel rispetto delle norme di sicurezza anticontagio normalmente applicate dalle farmacie per l’erogazione di altri servizi di monitoraggio (es. misurazione della pressione, test autodiagnostici, ecc.).

Alessio Poli, coordinatore Farmacie di Confservizi Cispel Toscana, commenta così l’avvio della campagna: “Si tratta di un nuovo progetto sviluppato a supporto del servizio sanitario regionale. Un altro tassello verso la trasformazione delle farmacie in punti di riferimento per la fornitura di servizi all’avanguardia a supporto nei percorsi di cura che devono andare ben oltre la mera distribuzione dei farmaci. L’elevata qualifica professionale dei farmacisti, sempre aggiornati rispetto alle necessità di cura del territorio, vicini alle persone ed in grado di veicolare in modo rapido e capillare nuovi stili di vita, sono un presidio irrinunciabile a tutela della popolazione”.